Concept Korea

di Gioia Pernarella

Per la prima volta al Pitti Uomo 93 Concept Korea, la promozione della cultura della moda sud coreana nel mondo, da New York dove prese inizio nel 2010, a Firenze dove è stata presentata la collezione A/I 2018. Due i marchi di abbigliamento che hanno sfilato: Bmuet(te) e Beyond Closet.

Il primo minimal a primo impatto, geniale ad una seconda occhiata, o meglio guardandolo da una diversa prospettiva, il look, infatti, lo caratterizza il retro dell’outfit: camicie, giacche e cappotti lineari davanti, con bottoni e allacci sul didietro. La collezione denim e sportiva, invece, sin da subito si mostra in tutta il suo estro: tute tagliuzzate e mixate al denim, passamontagna e maglioni extra large. Per la donna sbuffi, balze e spalline. Colori neutri sia per la donna che per l’uomo; lana, cotone e pelle i tessuti principali utilizzati nelle collezioni di entrambi.

Molto più spiritosa e colorata la seconda sfilata del brand Beyond Closet, perfettamente in linea con le tendenze mostrate al Pitti: giacche e cappotti color cammello, felpe di quel viola tanto in voga negli anni ’80  e fantasie tartan, ma anche vestaglie dandy da uomo, look preppy e boyscout.

Anche qui lana e cotone i tessuti predominanti.

Ph. By Silvia Persichino

 

Check Also

#WHITE MILANO: Un giro in fiera 02/2019