Tipicità 2018: Alla ricerca del gusto in tre atti

Tipicità si consolida come l’evento di punta delle Marche con 3 giorni di food&wine made in Marche e oltre 15000 presenze.

La nuova rassegna dedicata alle eccellenze enogastronomiche regionali, ormai giunta alla ventiseiesima edizione, è tutta dedicata al tema “Il crocevia delle qualità”.  Il viaggio nel festival si sviluppa in 3 atti: Food&Wine, Experience ed Art&Genius.

Nel padiglione Food & Wine sono presenti prodotti alimentari tipici marchigiani, le eccellenze e i migliori vini Doc e Docg.

La zona EXPerience ospita prodotti del food & beverage in arrivo da tutta Italia e dall’estero.

L’area Art & Genius è tutta dedicata alla creatività, con un percorso espositivo riservato alle aziende manifatturiere.

Non potevano mancare infine i prodotti alimentari biologici con la sezione Orizzonte Bio e lo spazio Birra di Marca.

Un’edizione sicuramente positiva che ha fatto registrare il sold out in tutti gli eventi, record di partecipazioni e numeri destinati a crescere.

A Tipicità s’incontrano professionisti del settore, gourmet, e amanti del gusto desiderosi di esplorare i sapori marchigiani ma anche di confrontarsi con ospiti prestigiosi e chef di livello mondiale, tra i quali:

Cinzia Poli e Marco Ardemagni, Conduttori  radiofonici di Caterpillar A.M., Neri Marcorè, attore, comico e conduttore televisivo, Emma D’Aquino, giornalista Rai, Riccardo Cotarella, Presidente Nazionale Assoenologi, Enrico Derflingher, Presidente di Eurotoques Italia, Alberto Lupini, Direttore di Italia a Tavola, Claudio Sadler, Presidente di Le Soste, Chicco Cerea del Ristorante “Da Vittorio”,  Silvia Baracchi, Chef del Ristorante “Il Faconiere”, Barbara Settembri, Chef della “Locanda dei Matteri”, Paolo Gramaglia, Chef del Ristorante “President”, Stefano Ciotti, Chef del Ristorante “Nostrano”, la pasticcera Sara Accorroni, Michele Casadei Massari, Chef del “Piccolo Caffè” di New York, Enrico Mazzaroni, Chef del Ristorante “Il Tiglio in Vita”, Davide Botta, Chef del Ristorante “L’Artigliere” e Daniele Patti Chef del Ristorante “Lo Scudier”.

Tipicità è una consolidata realtà del presente che punta anche al futuro grazie ad un’app che ci permette di interagire con le piante del Bio Garden.

Gusto, passione e identità, queste le parole chiave di un festival che ha saputo rinnovarsi, migliorarsi e aumentare la consapevolezza di tutti noi consumatori.

Appuntamento per la prossima edizione, sicuramente ricca di novità, ospiti e food&beverage.

di Francesco Paparini

 

Check Also

LINEAPELLE: Graziano Paccapelo ci parla della storia della sua azienda