IL FORUM CALZATURIERO

FERMO – Cleto Sagripanti, presidente marchigiano di Assocalzaturifici, è intervenuto al convegno “Produrre calzature, produrre valore. L’unicità del Made in Italy” esortando i calzaturieri presenti al Teatro dell’Aquila, a non mollare e stare uniti. Questi ultimi si sono dimostrati fieri,  non dell’andamento del settore, ma del lavoro e della voglia di superare questo brutto periodo.  A Fermo c’erano i produttori di tutta Italia per parlare di un futuro dalla visione più ampia di mercato e di capitale. Moltissimi i calzaturieri marchigiani presenti insieme al prefetto Emilia Zarrilli e agli studenti dell’Istituto Tecnico superiore “Moda e Calzature” di Fermo e Civitanova Marche.

Carlo Pambianco, il consulente d’impresa,  nella sua relazione sulle strategie e prospettive per il futuro parla di una situazione non bellissima, ma neanche drammatica. Invita le aziende ad allargare i propri orizzonti puntando a nuove forme di finanziamento.

Gli imprenditori calzaturieri presenti hanno ascoltato attentamente, ma sanno che per affrontare questo futuro incerto occorre anche non scoraggiarsi di fronte alla crisi e alla politica lenta, ma trovare la forza e il coraggio di rimettersi in gioco per ricominciare.

 Il presidente di Confindustria Fermo ha parlato di sostituire il Made in Italy con il “Mano in Italy”, per un prodotto “realmente” fatto in Italia. Senza il vero Made in Italy l’Italia crollerebbe davvero!

di Jacqueline Paparini

Check Also

Tutta la magia della Sardegna racchiusa nei nuovi bracciali di Eles Italia Summer 2017

La tendenza più glamour per i bijoux dell’estate 2017 arriva dalla natura incontaminata della Sardegna, …