Made in Italy in trionfo in Cina

 

Micam Shanghai, presentazione 2013.04.09
Micam Shanghai, presentazione 2013.04.09

SHANGHAI  – <Prima del Salone i più ottimisti parlavano di 5.000 presenze, noi puntavamo a 3.500 – dice Cleto Sagripanti, presidente di Assocalzaturifici –. La soglia è stata superata (5.150 visitatori in tre giorni), significa che abbiamo lavorato bene>. Ha chiuso i battenti la prima edizione del theMicam in Cina. <Possiamo solo crescere – aggiunge il direttore Fabio Aromatici –. A Milano, un buyer corrisponde al titolare al massimo sette-otto negozi. In Cina, un compratore ha da cento a 16.000 vetrine. Quindi i numeri registrati a Shanghai hanno un peso enorme>. Il quadro è chiaro: in Cina comprano più scarpe gli uomini, con un rapporto di 3 a 1 rispetto alle donne (in Italia è il contrario). Come spiega l’esperta Orietta Pelizzari <si cercano le griffe, la comodità, la novità>. Comunque il gentil sesso sta recuperando: lei adora le zeppe scure e, in generale, i tronchetti. Colori? Giallo, poi il rosso. Cesare Paciotti è tra i brand più noti in Oriente: <Abbiamo quattro boutique in Cina, vari punti vendita, accordi commerciali in partnership – spiega il top manager Marco Calcinaro –. Però ci sembrava giusto aderire al theMicam. Abbiamo esposto la linea 4Us, con accenno di modelli Cesare Paciotti>. Fabi è un altro marchio di successo. <Stiamo sviluppando anche in Asia il progetto del total look – dice Flaminio Fabi –. Calzature, abbigliamento, ma anche gioielli, orologi, occhiali. In Cina abbiamo una ventina di punti vendita dedicati agli accessori>. Alto artigianato con Silvano Sassetti: <Registrati tanti contatti – sottolineano Emanuele e Andrea Sassetti –. Cinesi, ma anche giapponesi e coreani. I buyer chiedono la linea più elegante, l’extra lusso: siamo pronti alla sfida. Abbiamo anche ricevuto diverse offerte per aprire in Cina negozi in grandi spazi commerciali a Dalian, metropoli cinese con oltre 6 milioni di abitanti>. Così Mario Gaudenzi della Maros: <In Cina si può solo crescere. Abbiamo avviato diversi contatti commerciali con buyer titolari anche di 90 negozi. La linea elegante maschile è molto richiesta>. Per Aldo Bruè, in fiera ha lavorato il figlio Andrea Bruè, responsabile commerciale: <Tanti buyer, salone di importanti rapporti commerciali avviati o da consolidare. Anticipiamo che saremo presenti anche all’edizione autunnale>. Già, il prossimo Salone: si terrà dall’11 al 13 ottobre, per la presentazione delle collezioni primavera-estate 2014. Fabio Paci Il Messaggero

 

vash2 vash3 vash4 vash5

Check Also

Tutta la magia della Sardegna racchiusa nei nuovi bracciali di Eles Italia Summer 2017

La tendenza più glamour per i bijoux dell’estate 2017 arriva dalla natura incontaminata della Sardegna, …