Uno scorcio di Londra al Pitti.

Ciao a tutti, è arrivato il momento di parlare dell’esperienza Pitti.  Cosa dire? Questa edizione  vede in scena tanti marchi e soprattutto tante novità. Personalmente ho molto apprezzato questa edizione ritrovando brandelli della mia tanto amata Londra. Molte barbe incolte, tanti mantelli, tanti accessori, uomini ottocenteschi che sembravano arrivati in carrozza. Il tema era il rock, ma ci ho visto molto piu  vintage. Il tram tram di uomini ,che sfrecciavano  all’interno della fortezza era un’esplosione di stravaganza e classicità allo stesso tempo. Completi abbinati e tanti, tanti e ripeto tanti cappelli.

Come tutte le cose però ci sono i lati positivi e quelli negativi. Quello negativo per me è il dover ostentare per forza arrivando all’eccesso. C’erano appunto tracce carnevalesche in alcuni outfit proposti dai visitatori, ma nonostante ciò tutto molto yeah. Il pitti non è la classica fiera noiosa nella quale sbadigliare tra uno stand e l’altro. Il Pitti è una festa, un insieme di intrattenimenti, di arte , di moda…di musica e di gente estrosa. Un evento dal quale si va via con tanto dispiacere e tante idee da elaborare a casa.

E le tendenze della prossima stagione Autunno/Inverno 2014-2015 ? C’è un ritorno del tartan e dei tessuti caldi che rivivono soprattutto sulle giacche, sui pullover  e sui pantaloni. Per le camicie abbandoniamo i tessuti caldi e le trame invernali per far spazio  a trame fiorate, a pois, multicolor, fresche insomma.  Continua il trend dell’effetto delave col suo richiamo vintage e consumato che fa l’effetto uomo trasandato, ancora un po’ grunge. Molti contrasti evidenti dalla giacca indossata  slim che scolpisce i fianchi ad un pantalone consumato e perchè no accessori hi tech. Insomma proprio un bell’uomo vintage, rock e glamour.

Janette

 

Check Also

MODA UOMO, STEWART: RAID NUVOLA, UNA GIACCA PER PIUMINO IN VERA PELLE ITALIANA

Raid Nuvola è un giubbotto Stewart della linea Nuvola, una collezione di piumini in pelle …