Chanel e la “sport couture”

Senza titolo-1Alla sfilata parigina Alta Moda di gennaio 2014, non poteva Chanel non far parlare di se… Karl Lagerfeld per la maison Chanel propone l’ennesima rivoluzione: via i tacchi e sì alla “sport couture”.

Il direttore creativo è riuscito ancora una volta a lasciarci senza fiato, creando una passerella d’alta moda inaspettata, unica e leggerissima; le modelle hanno sfilato comode e spieserate simile a ninfe nel bosco. Questo il risultato ottenuto grazie all’ assenza di tacchi vertiginosi, sostituiti da scarpe da ginnastica, di forme comuni magari ma di altissima qualità, preziosissime e con logo ben in vista. Ritroviamo invece il lusso nei particolari degli abiti, nelle lavorazioni 3D, nei dettagli aristocratici, negli inserti e nelle piume.

L’atmosfera, grazie alle melodie dell’orchestra di Sebastien Teller,  è rilassata, dolce e delicata. Gli abiti richiamano il guardaroba dello sportivo, ma notiamo subito intriganti geometrie e tonalità pastellate, tenui e romantiche, alternate al nero e al bianco, etereo e sofisticato. Le organze e le stoffe rivelano una femminilità tutta naturale e perciò incantevole. I volumi sono impalpabili, soffici e le stoffe impreziosite da perline, cristalli e piume.  Di grande effetto l’ultima uscita dove la favolosa Cara Delevingne è apparsa in abito da sposa, svolazzante e simile ad una fata.

 

Il risultato della sfilata firmata Chanel è una collezione composta da capi super femminili e di alta moda ma soprattutto molto attuali: una linea d’alta moda moderna e contemporanea “quasi” alla portata di ogni donna.. se non fosse che stiamo comunque parlando di capi e accessori da sogno e costosissimi.

di  Jacqueline Paparini

 

Check Also

MILANO MODA DONNA: Malloni Black F/W 2016/17

Dall’influenza  del mondo orientale, in particolar modo dalle ispirazioni provenienti dall’altopiano siberiano, nasce un nuovo …