E’ stata inaugurata nella serata del 1 Luglio la XXIV edizione del “Teatro sul Sagrato”, evento estivo organizzato dall’Ufficio per la pastorale del tempo libero, sport e turismo di Fermo che allieterà tutti i venerdì del mese di Luglio con incontri musicali in diversi luoghi della Diocesi fermana.

Il nome dell’evento fa riferimento al Sagrato, lo spazio immediatamente davanti alla facciata principale della chiesa. Un luogo di transito in cui il mondo profano si congiunge ad un terreno sacro. Allo stesso modo, il “Teatro sul Sagrato” intende fare da ponte tra l’umano e il divino.

Il primo incontro ha avuto luogo nel chiostro Sant’Agostino di Montegiorgio, con il titolo significativo di “Quo vadis. Interrogativi tra presente e passato per riflettere sul futuro che stiamo costruendo”. Giulia Merelli ha recitato un testo scritto di suo pugno su una donna misteriosa e sulle varie domande che si pone su Dio e sulla spiritualità. La voce di Giulia è stata accompagnata dai Ta Néa, un gruppo di archi che arrangia componimenti di vario genere, dalle iconiche colonne sonore di pellicole cinematografiche alle canzoni moderne del panorama rock.

Con Giulia Merelli e i Ta Néa si è a malapena scalfita la punta dell’iceberg di una serie di incontri che rinfrescheranno serate torride come queste.

Per maggiori informazioni, consultare il sito https://www.fermodiocesi.it/it/

A.F.